Strumenti

Campane tibetane
Sono solitamente composte in una lega che comprenda i sette metalli planetari ma possono arrivare ad avere una concentrazione in proporzioni diverse anche fino a 12 metalli: argento per la Luna, ferro per Marte, mercurio per l’omonimo pianeta, rame per Venere, stagno per Giove, piombo per Saturno ed oro per il Sole
Sono strumenti nati circa 3000 anni fa che venivano utilizzati per la meditazione e per la guarigione. Le campane tibetane vengono suonate mediante un batacchio che può servire per la percussione oppure può essere sfregato sulla campana per dare origine ad un suono che si dice “smuova le coscienze”.
Grazie alla capacità di indurre rapidamente la persona in uno stato di quiete, la campana tibetana può essere utilizzata sia per la meditazione che per il massaggio del corpo e l’attivazione ed armonizzazione dei centri energetici.

Gong

Tamburi sciamanici
Il suono dei tamburi sciamanici risveglia una memoria atavica, presente in ognuno di noi. Le vibrazioni ed i suoni generati dal tamburo sciamanico entrano in profondità andando a scuotere la nostra parte più profonda. Il suono ritmico del tamburo sciamanico aiuta i riceventi ad escludere la razionalità permettendo all’intuito di potersi abbandonare al benessere, al riequilibrio ed alla guarigione.

Shruti box
E’ uno strumento indiano utilizzato per accompagnare il canto armonico, il canto dei mantra o in alternativa, per accompagnare altri strumenti musicali.

Koshi
Chiamati anche Carillons degli Angeli per il loro suono dolce ed angelico sono degli strumenti molto raffinati composti da otto corde saldate ad argento su una rotella di metallo fissata alla base di una cassa di risonanza cilindrica in bambù. L’accordo preciso crea un gioco di toni ricco di armoniche che aiuta le persone che ricevono il bagno sonoro a rilassarsi ed a “viaggiare” con la mente in dolci e gioiosi ricordi.

Ocean drum
L’ocean drum o tamburo del mare è uno strumento musicale che si è sviluppato lungo i paesi di origine costiera ed al suo interno ha delle piccole conchiglie o delle conchiglie macinate, sassolini e sabbia. Il movimento rotatorio produce un suono simile a quello della risacca. Il nostro corpo è costituito da circa l’80% di acqua e dall’acqua ha origine la vita. Il rumore dell’acqua è il primo suono che udiamo all’interno del grembo di nostra madre, ed è il suono che ci riporta al posto da dove veniamo.

Bastone della pioggia/Palo dell’acqua
E’ un antico strumento tradizionale diffuso soprattutto in America centro-meridionale ma anche in Africa ed Australia. E’ composto da un corpo centrale di legno con al suo interno delle spine di cactus conficcate. All’interno del corpo centrale sono inserite delle pietruzze e delle conchiglie che col movimento urtano le spine e le fanno vibrare, producendo una cascata di suoni delicati, che ricordano il rumore dello scorrimento dell’acqua.

Bastone del tuono
Si tratta di un tubo alla cui estremità è fissata una molla metallica priva di tensione che venendo scossa produce un suono simile a quello del tuono che viene amplificato grazie alla cassa di risonanza del tubo stesso. Grazie ad esso si possono creare panorami di tutti i tipi: dal lieve temporale estivo alla tempesta più distruttiva!

Kalimba
La kalimba è un antichissimo strumento a percussione africano, composto da un numero variabile di lamelle flessibili di legno o di metallo applicate ad una scatola che funge da cassa di risonanza. Pizzicando le lamelle si ottiene il suono.

Sonagli e campanelli armonici

Cimbali

Bar chimes